Direttore responsabile: Gabriella Peluso
Autorizzazione Registro della Stampa Tribunale di Napoli n. 16/2016

Il Direttore

gabriella peluso 14 01 22

Ancora buone notizie per il lavoro in Italia con un aumento, secondo i dati Istat, nel primo trimestre dell’anno, di ulteriori 400 mila posti di lavoro. Il tasso di occupazione sale, così, al 62%, quello di disoccupazione scende al 7,2%. Oltre alla positività della crescita, l’altro aspetto positivo emerge dal fatto che il 3,1% riguarda assunzioni a lavoro a tempo indeterminato, mentre il lavoro a tempo determinato si riduce del 4,6%. In questo quadro generale, il settore del turismo continua a registrare una carenza di personale , come camerieri e bagnini, che sembrano divenuti introvabili. Se, da un lato, l’occupazione cresce, occorre fare una riflessione anche sui dati emersi dal Rapporto 2024 di Almalaurea: il peso dell’inflazione, seppure risulti in riduzione, è sempre più determinante nella scelta dei giovani laureati di andare a lavorare all’estero.: due su tre preferiscono, infatti, lasciare il nostro Paese con la prospettiva di ottenere un lavoro che consenta una retribuzione adeguata la loro titolo di studio e ciò va ad aumentare la cosiddetta “fuga di cervelli” dal nostro Paese. Anche su questo tema occorre ricordare i dati resi noti da Istat: 132 mila laureati hanno lasciato l’Italia negli ultimi dieci anni. Quindi, se, da un lato l’occupazione cresce, dall’altro rischiamo di perdere il nostro “capitale” investito nell’ istruzione e nella cultura dei giovani. E questo è un fenomeno che va fermato garantendo lavoro non solo stabile nel nostro Paese ma anche adeguato sul piano retributivo al livello e alle competenze acquisite. Un tema più ampio, che riguarda i giovani laureati ma, in generale, tutti i lavoratori, che devono poter contare su una retribuzione, come previsto dalla nostra Costituzione, adeguata alla qualità e alla quantità del lavoro prestato e capace di garantire una vita libera e dignitosa nell’ambito di un processo di crescita e di sviluppo economico dell’intera società.

Ultimi articoli

  tasto link consiglio

  tasto link giunta

Visitatori

OggiOggi1
IeriIeri1
Questa settimanaQuesta settimana6
Questo meseQuesto mese15
Visitatori totaliVisitatori totali18972
Il tuo IP: 192.168.144.147

IL CONSIGLIO APPROVA MOZIONI

saiello m5sNapoli, 12 marzo 2024 – Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Gennaro Oliviero, ha approvato all’unanimità le seguenti Mozioni: “Decoro dei luoghi adibiti alla terapia chemioterapica a beneficio della condizione psicofisica del paziente oncologico” ad iniziativa del consigliere Tommaso Pellegrino (IV) finalizzata a stabilire gli standard minimi per il decoro dei luoghi adibiti alla terapia chemioterapica in modo da poter garantire il “benessere abitativo”, fattore determinante per un adeguato supporto psicologico, oltre a contribuire a mantenere il rispetto della dignità della persona; “Polo oncologico del Rizzoli di Ischia radioterapia, chemioterapia e macchinario per effettuare la Pet-Tac” ad iniziativa della consigliera Maria Muscarà, finalizzata a potenziare il polo oncologico presente presso il nosocomio ischitano con l’acquisto della Pet-Tac ed i trattamenti di radioterapia e chemioterapia e ad approfondire la possibilità di garantire il trasporto marittimo gratuito per i pazienti oncologici isolani verso la città; “Installazione di una panchina rossa in ogni comune della Campania, per sensibilizzare sul tema della violenza contro le donne” ad iniziativa dei consiglieri Michele Cammarano, Loredana Raia, Carmela Fiola, Roberta Gaeta, Severino Nappi, Gennaro Saiello e Vincenzo Ciampi per installare una panchina rossa in ciascun Comune della Campania recante il numero nazionale anti violenza e anti stalking 1522 nonché le indicazioni in merito ai più vicini servizi di assistenza alle vittime.


Il Consiglio ha approvato a maggioranza, con il voto contrario dei gruppi del centrodestra e l’astensione dei consiglieri Muscarà e Francesco Cascone (FI), la Mozione “Responsabilità da accertare sull’aggressione agli studenti di Pisa del 23 febbraio 2024”, ad iniziativa dei consiglieri Loredana Raia e Gennaro Oliviero, con la quale si propone che il Consiglio Regionale della Campania, “nel condividere le parole del Presidente della Repubblica, condanni le aggressioni subite dagli studenti di Pisa” e si chiede che “vengano presi provvedimenti per accertare, con celerità le responsabilità di quanto accaduto”.
Sul tema si è sviluppato un acceso dibattito. “La proposta – ha spiegato la Vice presidente del Consiglio regionale della Campania Loredana Raia – è finalizzata a far sì che non si ripetano mai più casi in cui , con la forza, si vogliono impedire libere manifestazioni del pensiero soprattutto quando provengono da giovani studenti. L’autorevolezza delle forze dell’ordine non si misura con la forza”, “Siamo d’accordo con il Presidente della Repubblica, ma non certamente con il contenuto della Mozione proposta perché ritornare ancora sull’argomento, una volta che le autorità competenti hanno chiarito il tutto, è del tutto fuori luogo. Il nostro partito ha espresso solidarietà alle Forze dell’Ordine che sono state ingiustamente aggredite”, ha sottolineato il consigliere Alfonso Piscitelli (FdI). “Avrei preferito che questa Mozione non fosse stata presentata” – ha sottolineato il capogruppo della Lega Severino Nappi -che ha ricordato: “la manifestazione degli studenti non era stata autorizzata e ciò è stato chiarito, ma è grave che oggi si chiami il Consiglio Regionale della Campania ad assumere una posizione contro le Forze dell’Ordine. In questa Mozione non c’è una parola che ricordi il loro impegno al servizio del Paese”.
Il Consiglio ha, infine, approvato a maggioranza con l’astensione del centrodestra e del Movimento 5 Stelle, la Mozione “Concorso per l’assegnazione di farmacie al privato esercizio in Regione Campania” ad iniziativa del consigliere Giovanni Mensorio (gruppo misto) e Felice Di Maiolo (gruppo misto), modificata a seguito dell’intervento del Vice presidente della Giunta regionale, Fulvio Bonavitacola, finalizzata ad invitare i Comuni a rispettare le nome vigenti ed in particolare che tutte le sedi farmaceutiche inserite nella procedura concorsuale non possano essere oggetto di modifica in quanto già state offerte e scelte dai candidati vincitori del primo interpello conclusosi il 24 novembre 2023.
Passando all’esame delle proposte di legge, richiamate in Aula perché trascorso il termine previsto per il loro esame in Commissione, il Consiglio ha discusso della proposta di legge "Disposizioni urgenti per la dignità sociale e l’inclusione attiva in Campania. Istituzione del Reddito regionale di cittadinanza" ad iniziativa dei consiglieri del M5S, Gennaro Saiello (nella foto), Michele Cammarano e Vincenzo Ciampi, e finalizzata ad istituire il Reddito Regionale di cittadinanza destinato ai nuclei familiari che, esclusi dal Reddito di Inclusione, versano nelle peggiori condizioni economiche. Inoltre la norma prevede una ricognizione delle risorse dei Fondi Strutturali Europei e del PNRR per ampliare la platea a tutti i precedenti percettori del Reddito di Cittadinanza.
“Il Governo centrale ha abbandonato in Campania duecentomila persone che percepivano il reddito di cittadinanza e la nostra proposta di legge va nella direzione di offrire loro un aiuto economico imminente e di stimolare le politiche attive per il lavoro per l’inserimento occupazionale dei percettori nelle aziende ospitanti la formazione” – ha sottolineato Saiello -, che ha aggiunto: “per quanto riguarda le risorse economiche necessarie, riteniamo che esse siano reperibili nel bilancio regionale e in quello europeo”.
Sul tema sono intervenuti la consigliera Bruna Fiola (Pd), Presidente della Commissione regionale Politiche Sociali, per evidenziare che “viste le ingenti risorse previste a supporto della proposta di legge, abbiamo iniziato l’iter in Commissione con il coinvolgimento della Commissione Bilancio e della Giunta” ed il Presidente Oliviero che ha invitato al ritiro della proposta affinchè possa essere esaminata dalle Commissioni Lavoro e Politiche sociali.
Anche la proposta di legge "Istituzione della Misura Integrativa Regionale di sostegno al reddito e politiche per l’inclusione sociale attiva (M.I.R.)" della consigliera Maria Muscarà (gruppo misto), sarà, dunque, oggetto dell’esame delle Commissioni III e VI.
Infine, sono state rinviate in Commissione Urbanistica anche la proposta di legge “Norme urbanistiche per i Comuni rientranti nelle zone a rischio vulcanico dell’area flegrea", ad iniziativa della consigliera Maria Muscarà, finalizzata a fermare l’incremento edificativo ad uso residenziale della zona rossa a rischio sismico dell’area flegrea, e in Commissione Politiche sociali la proposta di legge “Interventi per coniugi separati e divorziati con figli minori” ad iniziativa del gruppo della Lega e condivisa da tutti i gruppi del centrodestra. “Prevedere misure di sostegno economico per i genitori separati e divorziati in condizioni di particolari difficoltà, con figli minori e con handicap, è un dovere etico da parte di questo Consiglio regionale”, ha sottolineato il capogruppo della Lega Severino Nappi.